martedì 17 novembre 2015

Panettone e Lievitati Natalizi con Pasta Madre

Ciao a tutte,
questo week end l'ho passato a scuola...e di preciso a scuola di lievitati natalizi.
Grazie al regalo di compleanno di Mr. B ho infatti avuto modo di partecipare ad un corso sui panettoni e pandori, rigorosamente fatti con pasta madre, presso il laboratorio di



Il corso è iniziato venerdì sera, dove in circa tre ore abbiamo preparato il primo impasto (sia del pandoro che del panettone)


Abbiamo messo i nostri impasti a lievitare ed il sabato mattino abbiamo trovato un'esplosione di impasto....


Pronti! Si incomincia con il secondo impasto e l'aggiunta di tutti gli ingredienti finali....


Facciamo la nostra pirlatura e via dentro gli stampini per un'altra lievitazione....


Et voilà ecco alla fine della giornata cosa abbiamo sfornato....


Panettoni spettacolari e mini pandorini




Ahhh dimenticavo.....durante i tempi di attesa di lievitazione e cottura abbiamo anche preparato una brioche con gocce di cioccolato e scorzette di arancia


E' stato un week end un pò stancante ma veramente stupendo e con dei risultati davvero strepitosi....

Adesso non mi tocca che mettere in pratica nella mia cucinetta quanto imparato al corso....vedremo cosa salta fuori...ovviamente vi farò sapere.

E voi? Vi state organizzando per i dolci natalizie? Avete ricette  tradizionali che mettete in campo sotto Natale? Fatemi sapere che sono curiosa.

A prestissimo Ely







18 commenti:

  1. Che brava.valentina

    RispondiElimina
  2. O mamma che meraviglia per gli occhi, e che tentazione per il palato.
    Buona giornata. Sabrina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...per il palato soprattutto...e anche per la bilancia... :) a presto

      Elimina
  3. Se sono buoni quanto sono belli... ^__^
    Complimenti!!! Mi sembra un grande lavoro. E quando ho letto la ricetta mi veniva anche da sorridere: 464 g acqua... 562 g farina... 281 g burro... Bisogna essere precisi, eh?! Io farei un disastro, sicuro!!!
    Ciao, buona serata
    Helga

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Helga, ti assicuro che erano proprio buonissimi...eh sì le q.tà degli ingredienti e la sequenza in cui vengono inseriti nell'impasto è fondamentale per una buona riuscita. Adesso vediamo cosa salterà fuori quando sarò sola soletta in cucina.. :) un abbraccio

      Elimina
  4. io ho un dolce del cuore e nel cuore, che mangiavo nelle marche a natale, un tempo fatto in casa dalla nonna e dalla tata, che lo preparavano magnificamente : ora, purtroppo, in casa non lo fa più nessuno e si trova solo nei negozi.
    E' una torta con l'uva passa e le noci, non eccessivamente dolce, impastata con del buon olio. Mi sono già messa alla ricerca della ricetta!
    un abbraccio
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lela, dai cerca la ricetta che poi aspettiamo una bella foto con le spiegazioni! Un caro abbraccio

      Elimina
  5. Il pandoro è un dolce tipico della mia città, Verona; ma forse pochi sanno che qui di mangia un altro dolce, molto antico,il Nadalin, che è l'antenato povero del pandoro. L'impasto contiene meno burro e meno zucchero e tanti veronesi lo preferiscono al pandoro. Qui quasi tutte le pasticcerie lo preparano artiagianalmente ed è davvero squisito. Complimenti Ely per i vostri panettoni e pandori... Mi è venuta una fame!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Nadalin? ahimè non lo conosco....però posso documentarmi..mi piace scoprire cose nuove! Grazie mille

      Elimina
  6. Che bel regalo che hai ricevuto!! Mia mamma che è umbra farà sicuramente il panpepato, è bravissima! Io mi butterò su dolci svedesi con cannella, cardamomo, zafferano, zenzero...mmmhhh una bonta! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si davvero, il mio moroso mi ha fatto un super regalo...adesso però mi toccherà fare un bel panettone per sottoporlo al suo giudizio... :) :)!! Mi raccomando allora aspetto qualche tua bella ricetta svedese! A presto

      Elimina
  7. Chi ti ha fatto questo regalo ti conosce molto bene ...sa che tu sei l'artista di tutto ciò che ha a che fare con lievitazione naturale, pane, dolci,..... anche io, immagino che sia stato un giorno bellissimo ....sono bellissime le immagini ...davvero molto belle e interessanti...e sicuramente buonissimi . Sono anni ormai che non compro più panettoni, pandori e......che affollano i supermercati... ma solo di fattura artigianale (pensando, sempre, che forse quelli industriali sono più controllati di quelli artigianali). I primi panettoni come dolce natalizio (fine anni 50) ce lo spediva mia zia che per lavoro si era trasferita a Como, sul cartone che lo conteneva c'era il Duomo di Milano ...noi qui al centro per Natale facevamo, ed ancora ora facciamo ciambelline al vino con i semi di anice, ciambelle al latte con la "dose" che si acquista in farmacia ...e le ciambelle" scottolate" , queste sono complicate e laboriose ...non le ho mai fatte ..... Tantissime belle cose!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cara, hai ragionissimo io adoro tutto ciò che ha a che fare con la lievitazione....amo vedere " gonfiarsi" tutti gli impasti...è sempre una magia. Le ciambelline che mi dici devono essere super buone!!! un abbraccio !

      Elimina
  8. L'anno scorso ho preparato anch'io i panettoni con pasta madre, seguendo un po' la ricetta di Daria, devo rifare anche quest'anno :-)
    Altro che comprarli :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Erica,
      anch'io l'anno scorso ho fatto i panettoni vegani di Daria, (non ero ancora presente assiduamente sul blog e quindi non ho mai postato i risultati, ma devo dire che sono buonissimi e se riesco li rifarò di sicuro. un bacio e grazie

      Elimina
  9. Ciao Ely,
    come mi piacerebbe fare un corso simile anche perche' qua non se ne trovano :(
    Ho pensato di aggiungermi ai tuoi followers e spero vorrai ricambiare per cui ti lascio il link del mio blog, basta che clicchi su ''join this site'' grazie!!

    http://thatisammore.blogspot.it/
    That’s amore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Grace,
      e grazie per essere passata di qui. Adesso vengo subito da te.

      Elimina